Ritratto e autoritratto. La prima Call di MAKING OFF Opificio della Fotografia

Lunedì 25 maggio 2020 parte la Prima Call di MAKING OFF Opificio della Fotografia, dedicata al RITRATTO  e all’AUTORITRATTO.

MAKING OFF è un progetto formativo a lungo termine. Inizia ora, per forza di cose online data la situazione attuale, ma proseguirà – dal vivo – anche ad emergenza terminata. Prevederà, dal vivo appena possibile, workshop e ulteriori formule di approfondimento. Uno dei workshop che invece sarà possibile fare online è quello di post produzione previsto per luglio 2020

MAKING OFF Opificio della Fotografia – Un’idea di Federicapaola Capecchi. in collaborazione con Francesco Tadini, Spazio Tadini Casa Museo, PhotoMilano, ISP Italian Street Photography

Il primo corso / laboratorio che puoi gestire su misura per te, composto da incontri generali e individuali che programmi in base ai tuoi tempi e le tue disponibilità.

Dalle ore 19 di lunedì 25 maggio fino alle ore 12 di lunedì 8 giugno 2020 si possono inviare massimo 8 foto (per le foto singole), massimo 25 foto (per i progetti). Insieme alle fotografie va allegata una biografia e una breve motivazione della candidatura a MAKING OFF.

I file devono essere nominati con il Nome e Cognome del fotografo, titolo del progetto e numerazione di editing, oppure indicazione “foto singola”; non devono superare gli 800 kb, sarà poi la Giuria a chiedere i file in alta risoluzione.

Nessuna limitazione: in studio, ambientato, di gruppo e di famiglia, di strada, classico o sperimentale.

Una volta ricevute le fotografie queste passano alla valutazione della giuria. Dopo il termine della sessione giudicante, nessuna immagine può essere aggiunta o sostituita.

Le fotografie inviate per la Call restano di proprietà dei rispettivi autori. Inviandole il partecipante concede al coordinamento di MAKING OFF Opificio della Fotografia i diritti di pubblicazione delle stesse nell’ambito di ogni utilizzo non commerciale connesso al progetto formativo e alla sua promozione e divulgazione.

L’autore garantisce che le fotografie inviate sono esclusivo frutto del proprio originale ingegno. Ogni fotografo partecipante è dunque responsabile di quanto presentato e dichiara di possederne i diritti e le eventuali liberatorie necessarie alla pubblicazione (in caso di vincita del Premio della Critica) così come all’utilizzo interno ed esterno nella comunicazione di MAKING OFF e delle sue Call.

Il materiale va inviato all’indirizzo federicapaola@gmail.com

Verranno selezionati massimo 10 progetti – Esito della selezione giovedì 11 giugno 2020 – inizio lavori con primo incontro con i tutor al completo sabato 13 giugno

IL RITRATTO E L’AUTORITRATTO

Da sempre la fotografia racconta le persone, ne ritrae atteggiamenti, mimiche, maschere, ne documenta consuetudini e anche condizione sociale. Poi si sono cercati frammenti di senso della persona ritratta.

Un ritratto/autoritratto può essere una provocazione come quando Hippolyte Bayard si finge sarcasticamente annegato per protestare contro l’establishment francese dell’epoca che aveva trascurato le sue ricerche sul mezzo fotografico a solo vantaggio di Daguerre.

Il ritratto come forma di fotografia di massa e come oggetto di culto.

Il ritratto in studio e quello che va fuori dallo studio e si fa antropologia involontaria e si contamina di fotogiornalismo (August Sander, Erich Salomon, Alfred Eisenstaedt, etc).

Il ritratto che immortala, santifica, iconizza (Philippe Halsmancon il ritratto di Anna Magnani); l’aspetto psicologico del ritratto.

Ovunque e comunque vi siate mossi, l’importante è che il ritratto è una fotografia potente, di una bellezza bruciante. Brucia un ritratto. E l’autoritratto solleva più domande di quelle a cui si risponde.

Ogni tipo di narrazione purché ci consenta di scoprire fotografie potenti.

Pensiamo alla potenza di qualcosa che tiene vivo e fa del racconto un potente affresco personale, ma anche corale. Richard Avedon, per esempio, tra i noti ed eccelsi lavori, fece affresco corale e personale il racconto del potere americano: a 200 anni dall’Indipendenza del Paese, ritrasse tutte le persose che, a vario titolo e con diversi ruoli, vivono e lavorano a Washington e dunque fanno parte della grande famiglia del potere americano; una vera opera d’arte come un mosaico di tanti diversi pezzi. Soprattutto Avedon nei suoi progetti relativi ai ritratti ritrova ogni volta la sua ispirazione più profonda, il suo modo di parlare al mondo. Lui stesso dichiarò di riconoscere alla fotografia di moda di avergli dato da lavorare, al ritratto di averlo tenuto vivo.

Cosa può esserci di più intrinsecamente umano dell’autoritratto? Rappresenta ciò che ci rende unici, la nostra autocoscienza altamente sviluppata. A livello di analisi filosofica e psicologica è un fenomeno meravigliosamente introspettivo, a volte paradossale, persino mistico a voler vedere. Già solo partendo dalla definizione del termine, la radice latina del ritratto ci dice come un autoritratto debba “tirar fuori” e “rappresentare” il proprio io. Estrarre e raffigurare chi si è.

L’autoritratto gioca a creare una rappresentazione obiettiva del tuo soggettivo.

Oggettivo e soggettivo, inclusione ed esclusione, spontaneo o studiato/posato, simbolico … in ogni modo chiede di rispondere a cosa intendiamo per “sé” e solleva più domande di quelle a cui si risponde.

MAKING OFF

Opificio della Fotografia

Una squadra di professionisti, il loro mestiere e le loro conoscenze, i vostri lavori.

Un laboratorio dedicato all’approfondimento e alla crescita dei vostri progetti fotografici. Parallelamente ad una serie di brevi interviste sia ai professionisti di MAKING OFF che ad altri protagonisti della fotografia.

Una serie di incontri che non vogliono essere una lettura portfolio ma un vero e proprio opificio di lavoro pratico con un percorso di approfondimento/affiancamento – una volta visto il materiale – per attuare le “migliorie” eventualmente suggerite, possibili o richieste direttamente dagli iscritti.

QUI la descrizione dettagliata del progetto con anche i nomi dei tutor di MAKING OFF.

QUI i protagonisti di MAKING OFF

Informazioni, candidature e costi: federicapaola@gmail.com

MAKING OFF

Opificio della fotografia

in collaborazione con

7 replies to “Ritratto e autoritratto. La prima Call di MAKING OFF Opificio della Fotografia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star